Catania, torna la Notte dei Musei. La città si veste di Cultura

Torna a Catania la Notte dei Musei, l’evento culturale che consentirà ai tanti amanti delle bellezze artistiche ed architettoniche del capoluogo etneo di visitare i siti d’interesse ad ingresso gratuito o con costi vantaggiosi. Come già accaduto per gli appuntamenti precedenti, anche la Notte del 16 settembre 2017 presenterà un programma con percorsi ed esposizioni ricchissime.

A partire dalla ore 19.00 i visitatori potranno accedere liberamente ai siti di Palazzo della Cultura (Via Vittorio Emanuele 121), Chiesa di San Nicolò l’Arena (con Visita cupola a pagamento € 1,00) adiacente al Monastero dei Benedettini di Piazza Dante, Terme della Rotonda e Casa Museo Verga.

Presso Palazzo della Cultura di Via Vittorio Emanuele, 121 sarà visitabile a pagamento a tariffa ridotta la mostra di Escher, nonché le mostre “L’istinto della formica” e “Voci di Pietra” allestite presso i locali del Museo Civico Castello Ursino di Piazza Federico di Svevia. Il Museo Belliniano ed Emilio Greco di Piazza S. Francesco d’Assisi saranno visitabili al costo di € 1,00 per biglietto.

Da non perdere poi l’Apertura straordinaria e le Visite guidate al Teatro Massimo Bellini al costo di € 4,00 a persona. Per gli amanti della lettura, poi, dalle 19,00 alle 24,00 in Piazza Duomo sarà possibile consultare le letture dell’Autobook, mentre nelle vicinanze in occasione dell’Open day a cura delle compagnie Fita della Provincia di Catania, numerosi attori, in rappresentanza delle varie compagnie, si esibiranno in memorabili performances spaziando dai classici siciliani Martoglio, Capuana, Verga ad autori contemporanei.

In via Crociferi rappresenterà invece un appuntamento imperdibile la visita della Chiesa di San Giuliano dove sarà possibile accedere alla cantoria monumentale, luogo da cui le monache animavano le celebrazioni eucaristiche.

Per conoscere il programma completo della Notte dei Musei di sabato 16 settembre 2017 è possibile consultare la Pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania.

Articolo di Salvatore Rocca

Share Button

Lascia un commento