Emozioni in musica: La favorita di Gaetano Donizetti

<<Favorita del re […] spirito gentil ne’ sogni miei brillasti un dì ma ti perdei!>>

La favorita è un’opera in quattro atti del compositore Gaetano Donizetti su libretto di Alphonse Royer e Gustave Vaez. Rappresentata per la prima volta all’Opèra di Parigi il 2 dicembre 1840, è ambientata nel regno di Siviglia nel 1340.

Il primo atto si apre all’interno del Convento di San Giacomo di Compostella dove padre Baldassarre nota il novizio Fernando perso nei suoi pensieri: l’uomo, innamorato di una donna, decide di abbandonare il Convento per trovare l’amata. Sebbene Baldassarre lo metta in guardia dalle insidie della vita mondana, Fernand trova la donna: si tratta di Leonora, la quale ricambia il suo amore ma che non può sposarlo. L’arrivo del re fa crede a Fernand che la donna sia corteggiata da Alfonso XI di Castiglia, ragion per cui decide di intraprendere la carriera militare pur di compiacerla e conquistarla.

Nel secondo atto Alfonso commenta la vittoria della battaglia appena conclusa, battaglia in cui si è distinta la figura di Fernando. Sebbene prossimo a ricevere un messo papale, l’uomo riceve la sua amante Leonora, con la quale da tempo intrattiene una relazione. La donna però, stanca della situazione, è decisa a ribellarsi e ad impedire gesti sconsiderati del re. L’uomo, infatti, è intenzionato a ripudiare la moglie ma durante una festa scopre che anche Fernando è innamorato di Leonora la quale, a sua volta, rivela di essere innamorata di un uomo senza rivelarne il nome. Nel frattempo giunge Baldassarre che, dopo aver maledetto Leonora, consegna al re la bolla papale di scomunica per aver ripudiato la moglie.

Il terzo atto è l’atto del matrimonio tra Leonora e Fernando. Alfonso infatti, al fine di rinsaldare i rapporti con la Chiesa, ha deciso di acconsentire al matrimonio tra i due giovani, nominandolo inoltre marchese di Montreal. A questo punto Leonora decide di raccontare il proprio passato al futuro sposo ma, prima che Ines possa avvertirlo, Fernando scopre grazie a Baldassarre di aver sposato in sua insaputa l’amante del re. Spezza la spada ai piedi di quest’ultimo e si allontana, lanciando ingiurie e ripudiando ogni titolo, seguito da Baldassarre.

Nel quarto e ultimo atto la vicenda si sposta all’interno del Convento di San Giacomo dove Fernando, in procinto di prendere i voti, ricorda con nostalgia l’amata Leonora la quale, in fin di vita, giunge presso la cappella chiedendo il perdono dell’amato. Dopo averla respinta, cede alla sua sincerità e la donna, ormai sfinita ma felice, muore tra le sue braccia dopo aver per l’ultima volta proclamato la propria innocenza.

Articolo e foto di Cristina Spampinato

 

Share Button

Lascia un commento