Hosting wordpress a 1€ Hualma

In sede di trasloco ogni stanza merita grande e specifica attenzione e, come ci ricordano gli esperti di www.traslochiromaeasy.it, la cucina è probabilmente una delle più grandi sfide che dovrete affrontare quando imballerete mobili e prodotti per il trasloco. Si tratta d’altronde di una stanza piena di elettrodomestici ingombranti, oggetti fragili, dalle forme strane e molti altri articoli più piccoli e più grandi del “normale”. Ecco perché, prima di iniziare, è sempre opportuno prendere la giusta confidenza con ciò che vi aspetta.

Per esempio, un cenno specifico è meritato dai piatti. Provate ad avvolgere ogni singolo piatto in carta da imballaggio o impilare i piatti della cucina uno sopra l’altro, separati da piatti di carta o da polistirolo. Imballate i piatti in scatole robuste e adeguatamente imbottite e aggiungete molta carta stropicciata nel cartone per evitare che i piatti si spostino durante il trasporto. Imballate i vostri piatti più delicati e costosi in apposite scatole per piatti e mettete uno strato finale di carta da imballaggio sopra i piatti prima di chiudere la scatola. Sigillate dunque la scatola e contrassegnatela come fragile.

Un discorso simile è per tazze e ciotole. Avvolgete tazze da tè, tazze da caffè, ciotole per zuppa, ciotole per sughi, contenitori per salse, brocche e altri articoli simili, singolarmente, con carta da imballaggio. Mettete così le tazze una dentro l’altra e avvolgetele in due strati di carta di giornale o di pluriball. Mettete le tazze a testa in giù nella scatola, con i manici rivolti nella stessa direzione. Quando la prima fila è pronta, mettere uno strato protettivo sopra di essa e iniziate una seconda fila. Imballare le tazze da cucina e le ciotole in scatole robuste e aggiungete un sacco di materiali di imbottitura all’interno dei cartoni, etichettando quindi le scatole come fragili.

E come comportarsi con pentole e padelle? Iniziate con il mettere una grande pentola o una grande padella sul fondo di una scatola ben imbottita, leggermente più grande dell’oggetto stesso. Mettete quindi un tovagliolo di carta o un pezzo di pluriball, e riponete una pentola o una padella più piccola all’interno. Continuate a nidificare pentole e padelle più piccole in questo modo, fino a quando la scatola è piena. Se una qualsiasi delle vostre pentole o padelle ha coperchi di vetro, avvolgila separatamente in uno strato protettivo di pluriball e imballala nella stessa scatola con le pentole o padelle a cui appartengono.

Passiamo dunque ai piccoli elettrodomestici da cucina. Assicuratevi che i mixer, frullatori, tostapane, caffettiere e altri piccoli elettrodomestici da cucina siano completamente puliti e asciutti. Rimuovete tutte le parti staccabili e avvolgetele separatamente. Imballate gli elettrodomestici in robuste scatole di dimensioni adeguate (o nelle loro scatole originali, se li avete ancora) e riempite eventuali lacune con lenzuola, asciugamani vecchi o altre imbottiture.

Domandate una consulenza alla vostra ditta di traslochi preferita per poterne sapere di più, e per poter migliorare l’efficacia con cui preparerete la vostra cucina al momento dello spostamento!

Hosting wordpress a 1€ Hualma