Hosting wordpress a 1€ Hualma

Scopriamo quali sono i piatti tipici catanesi e i piatti tipici palermitani

Conoscere quali sono i piatti tipici catanesi e i piatti tipici palermitani è essenziale se non vogliamo restare all’oscuro di una cucina tipica siciliana e piena di sapori.
La regione conta numerosi piatti a base di pesce, grazie alla posizione strategica dell’isola, ma non possono mancare anche dolci tipici ed altre prelibatezze.
Quindi, quali sono i piatti tipici catanesi e i piatti tipici palermitani? Di seguito un elenco con le maggiori specialità:

  • Pepata di cozze siciliana;
  • Polpette di neonata;
  • Fagiolini di Acitrezza;
  • Caponata al forno;
  • Arancini;
  • Pasta alla norma;
  • Spaghetti alla carrettiera;
  • Zeppole di riso.

Pepata di cozze siciliana

La pepata di cozze siciliana è una ricetta tipica delle due città, non presenta grandi difficoltà, adatta quindi a chiunque voglia avvicinarsi alla cucina tradizionale siciliana. Prevede l’utilizzo di cozze, aglio, pachino e pepe, più olio extra vergine di oliva, prezzemolo e sale per condire.

Come preparare la pepata di cozze siciliana

Per ottenere questo piatto, ritenuto straordinario da tutti gli amanti dei frutti di mare, basterà soffriggere l’aglio nella padella con l’olio, una volta che l’aglio sarà dorato si aggiungono i pachino tagliati in quattro, quindi il prezzemolo, il sale, il pepe in grani e lasciare cuocere per circa 5-7 minuti. Infine si aggiungono le cozze già pulite e si lascia cuocere a fuoco alto per una decina di minuti. Le cozze che non si sono aperte si possono buttare, mentre le altre è preferibile servirle ancora calde e con un buon pane casereccio per accompagnare il sughetto che si sarà creato.

Polpette di neonata

Le polpette di neonata sono preparate con un pesce azzurro allo stato neonatale, caratteristica che da il nome al piatto. È una ricetta semplice da realizzare, che richiede l’utilizzo di pochi ingredienti, come uova, farina, sale, prezzemolo e olio per friggere, oltre al già citato novellame.

Come preparare le polpette di neonata

È sufficiente unire tutti gli ingredienti in una ciotola, quindi mezzo chilo di pesce, un uovo, due cucchiai di farina, sale e prezzemolo a piacere, e trasferire a cucchiaiate il composto nell’olio già caldo. Una volta cotte servire calde accompagnate con delle fette di limone.

Fagiolini di Acitrezza

Come preparare i fagiolini di Acitrezza

Per preparare i fagiolini di Acitrezza per 4 persone, servirà togliere le punte esterne a 1kg di fagiolini piatti, dopo di che andranno lessati in acqua salata finché non diverranno teneri. In una padella si prepara il sugo con 1L di salsa di pomodoro, aglio, peperoncino e sale. In fine si uniscono i fagiolini con il sugo e si servono con del basilico fresco.

Caponata al forno

La caponata al forno è una variante della caponata classica siciliana, ma fa parte anch’essa della tradizione culinaria della regione. La preparazione della caponata al forno prevede la cottura delle melanzane al forno, invece che fritte. Tra le ricette citate, questa è sicuramente quella da preparare con più difficoltà, ma resta comunque alla portata di tutti.

Come preparare la caponata al forno

Per preparare la caponata al forno saranno necessarie 3 melanzane grandi, 1 cipolla bianca, 4 coste di sedano, un pezzetto di peperoncino, 200 grammi di olive verdi, 3 cucchiai di capperi, 200 ml di passata di pomodoro da diluire in 200ml di acqua, del basilico e dell’olio di oliva, sale e pepe a piacere, 6 cucchiai di aceto bianco e 3 cucchiai di zucchero.
Per prima cosa bisogna tagliare le melanzane a cubetti e lasciarle scolare in uno scolapasta con il sale, per almeno un’ora, così che perdano l’acqua, dopo di che andranno infornate in forno preriscaldato a 220C per circa 30 minuti, in una teglia larga e oliata. Mentre le melanzane cuociono al forno si può preparare il sugo in agro dolce, facendo soffriggere in una pentola l’olio con l’aglio, la cipolla e il peperoncino. Quando la cipolla sarà appassita si aggiungono le coste del sedano, le olive verdi tagliate a metà e i capperi. Infine si aggiunge la passata di pomodoro e l’acqua, quando il sugo si sarà raddensato si può aggiustare di sale, e si aggiunge ora lo zucchero e l’aceto. In ultimo si aggiungeranno le melanzane cotte al forno e il basilico fresco. La caponata va fatta raffreddare e conservata in frigorifero.

Se vi stavate chiedendo: “quali sono i piatti tipici catanesi e i piatti tipici palermitani” ora potrete citarne un po’ e replicarne almeno quattro, con la certezza di ottenere delle pietanze ricche di sapori e tradizioni.

Hosting wordpress a 1€ Hualma